La mia preghiera è il canto.
Canti per una più attiva partecipazione alla Liturgia.
O cor soave
- Anonimo (P. Francesco Soto de Langa? - 1591) - (f)
O cor’ soave, cor’ del mio Signore, ferito gravemente non da coltel pungente, ma dallo stral che fabbricò l’Amore. O cor’ soave, quand’io ti rimiro posto in tanta agonia, manca l’anima mia, né voce s’ode più né men sospiro.