La mia preghiera è il canto.
Canti per una più attiva partecipazione alla Liturgia.
Purificami, o Signore - 41
[

vedi: f11 f21 f31

] - T: salmo 50 - M: A. Martorell
Purificami, o Signore, sarò più bianco della neve. Pietà di me, o Dio, nel tuo amore: nel tuo affetto cancella il mio peccato e lavami da ogni mia colpa, purificami da ogni mio errore. Il mio peccato io lo riconosco, il mio errore mi è sempre dinanzi: contro te, contro te solo ho peccato, quello che è male ai tuoi occhi, io l'ho fatto. Così sei giusto nel tuo parlare e limpido nel tuo giudicare. Ecco, malvagio sono nato, peccatore mi ha concepito mia madre. Ecco, ti piace veri nell'intimo e nel profondo mi insegni sapienza. Se mi purifichi con issopo, sono limpido, se mi lavi sono più bianco della neve. Fammi udire gioia e allegria: esulteranno le ossa che hai fiaccato. Dai miei errori nascondi il tuo volto e cancella tutte le mie colpe ! Crea in me, o Dio, un cuore puro, rinnova in me uno spirito fermo. Non cacciarmi lontano dal tuo volto, non mi togliere il tuo spirito di santità. Ritorni in me la tua gioia di salvezza, sorreggi in me uno spirito risoluto: Insegnerò ai peccatori le tue vie e gli erranti ritorneranno a te. Liberami dal sangue, o Dio, mia salvezza, e la mia lingua griderà la tua giustizia. Signore, aprirai le mia labbra, la mia bocca annuncerà la tua lode. Le vittime non ti sono gradite: se ti offro un olocausto non lo vuoi. La mia vittima è il mio spirito affranto: non disprezzi un cuore affranto e fiaccato. Sia gloria al Padre onnipotente, al Figlio, Gesù Cristo, Signore, allo Spirito Santo, Amore, nei secoli dei secoli. Amen.