Le canzoni

Semo gente de borgata

M. Piacente - F. Califano - 1972 -

Na stanzetta 'n affitto è trovata
pe''r momento va 'bbè,
semo gente de borgata
nun potemo pagà.
Da domani comincia er calvario,
nun ce artro da fà,
finirà ‘sto calendario
e quarcosa cambierà
semo ricchi de volontà.

Core mio, core mio
la speranza nun costa gnente
quanta gente c’ha tanti sordi e l’amore no!
E stamo mejo noi,
che nun magnamo mai. 

Core mio, core mio
la speranza nun costa gnente
se potrebbe stà pure mejo
ma che voi fà,
per ora ce stai tu
e' 'resto ariverà
 
 
Un lavoro magari a giornata
per momento va ‘bbè
semo gente de borgata
che alla vita ce tiè
Semo nati da povera gente
è la nostra realtà
ma de vie ce ne so’ tante,
tanti modi pe’ sfonnà
ora annamoseli a cercà.
 
Core mio, core mio
la speranza nun costa gnente
quanta gente c’ha tanti sordi e l’amore no!
E stamo mejo noi,
che nun magnamo mai. 

Core mio, core mio
la speranza nun costa gnente
se potrebbe stà pure mejo
ma che voi fà,
per ora ce stai tu
e' 'resto ariverà


Core mio, core mio
ls la la la la la la la la
se potrebbe stà pure mejo
ma che voi fà,
per ora ce stai tu
e' 'resto ariverà
E stamo mejo noi,
che nun magnamo mai.