Le canzoni

La formicuzza e il grillo

- - 1958 -

E c'era un grillo in un campo di lino
la formicuzza ne chiese un pochettino.

Larizumpa larillallero
Larizumpa larillallà.

Disse il grillo: ”Che cosa ne vuoi fare?”
“Calze e camicie, mi voglio maritare”.
 
Disse il grillo: ”Lo sposo sono io”
Rispose la formica: ”Sono contenta anch'io”.
 
Entrano in chiesa per darsi l'anello
cade il grillo si rompe il cervello.

La formicuzza dal grande dolore
prese una zampina e se la mise in cuore.

Suonan le otto di là dal mare
si sente dire che il grillo stava male.

Suonan le nove di là dal porto
si sente dire che il grillo è bell'e morto.

Suonan le dieci di là dal prato
si sente dire che il grillo è sotterrato

Suonan le undici di là dal riso
si sente dire che il grillo è in paradiso.

La formicuzza dal grande piacere
scese in cantina a berne un buon bicchiere.