La mia preghiera è il canto.
Canti per una più attiva partecipazione alla Liturgia.
cant vedo
Prima Corinzi tredici - 21
0057.21 [

vedi: 11 31

] [

info

]
- G. Meregalli
Anche se io conoscessi e parlassi la lingua di ogni creatura di Dio, anche se un giorno arrivassi a capire i misteri e le forze che spingono il mondo. Anche se dalla mia bocca venissero scienza e parole ispirate dal cielo e possedessi pienezza di fede da muovere i monti e riempire le valli, ma non avessi la carità risuonerei come un bronzo. Se non donassi la vita ogni giorno sarei come un timpano che vibra da solo. Se non avessi la carità non servirebbe a nulla gesti d'amore, sorrisi di pace: sarei come un cembalo che suona per sé. La carità è paziente e benigna, conosce il rispetto non cerca interesse. La carità non si adira del torto subito, non serba nessuna memoria. La carità non sopporta ingiustizie, dal falso rifugge, del vero si nutre. La carità si appassiona di tutto, di tutto ha speranza, di tutti ha fiducia. Non avrà fine la carità scompariranno i profeti solo tre doni per noi resteranno la fede l'amore ed ancora speranza. Ma più importante è la carità più forte di ogni sapienza ciò che è perfetto verrà sarà un mondo di gioia e di pace che ci attenderà.