La mia preghiera è il canto.
Canti per una più attiva partecipazione alla Liturgia.
Inno a S. Luigi Gonzaga - 21
[

vedi: f11 f31 f41

] - - M: L. Perosi - T: S. Pio X ? - ( )
O Luigi, o vago giglio, di candore immacolato, proni a te leviamo il ciglio e l'ardente nostro cuor. O del cielo Angiol beato della terra eletto fior. (2 volte) Là, nel cielo dove siedi, d'alma luce incoronato il tripudio nostro vedi e dell'alma il vivo amor. Angioletto in veste umana, come angel a vol librato; della vita la fiumana non ti colse in suo furor. Ma sì puro e così bello, come il giglio profumato ritornasti al sacro ostello dell'ingenito candor. Deh! Pietoso à nostri prieghi giovinetto avventurato, Fà che tutta a noi si pieghi la clemenza del Signor. E l'Italia che tant'ami, perché in grembo t'ha portato, fà che sempre ti proclami dei suoi figli il protettor.